Progetti e Finanza

Strumenti politica del lavoro

Strumenti attuali di politica attiva del lavoro :

1 ) PROGETTO AMVA

CONTRIBUTI ALLE IMPRESE FINALIZZATI ALL’INSERIMENTO OCCUPAZIONALE CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Direzione generale per le politiche attive e passive del lavoro promuove il Programma AMVA – “Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale” la cui finalità è, tra le altre, la promozione del contratto di apprendistato, attraverso un’azione integrata tra politiche per lo sviluppo delle imprese, politiche per il lavoro e politiche per la formazione.

Beneficio

Tale programma prevede la erogazione di contributi una tantum di importo pari a € 4.700,00 per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato professionalizzante a tempo pieno.

I contributi di cui al presente Avviso sono cumulabili con altri contributi erogati da soggetti terzi, fatti salvi gli eventuali divieti ivi previsti.

Il predetto importo è da intendersi al lordo di eventuali ritenute di legge e/o di ogni altro eventuale onere accessorio (per questa tipologia di aiuto l’importo non è soggetto a ritenuta di rivalsa del 4%).

Sono ammissibili a contributo unicamente i contratti di apprendistato sottoscritti a partire dal 30 novembre 2011.

Soggetti Beneficiari

datori di lavoro privati che abbiano la sede operativa presso cui è operata l’assunzione sul territorio nazionale e che assumano giovani con contratti di apprendistato professionalizzante;

Soggetti destinatari o lavoratori

1) lavoratori assunti con contratto di apprendistato professionalizzante con decorrenza dal 30 novembre 2011 e di età compresa tra i 16 e i 29 anni e 364 giorni;

2) possedere il requisito di lavoratori svantaggiati:

a) chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
b) chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale(ISCED 3);
c) adulti che vivono soli con una o più persone a carico;
d
) lavoratori occupati in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25%  la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici dello Stato membro interessato se il lavoratore interessato appartiene al genere sottorappresentato;
e
) membri di una minoranza nazionale all’interno di uno Stato membro che hanno necessità di consolidare le proprie esperienze in termini di conoscenze linguistiche, di formazione professionale o di lavoro, per migliorare le prospettive di accesso ad un’occupazione stabile; «lavoratore molto svantaggiato»: lavoratore senza lavoro da almeno 24 mesi.

3) non aver avuto rapporti di lavoro dipendente o assimilato negli ultimi 12 mesi con il soggetto beneficiario la cui cessazione sia stata determinata da cause diverse dalla scadenza naturale dei contratti. Resta salva la condizione di interruzione del rapporto di lavoro intervenuta per fine fase lavorativa.

Termini di presentazione della domanda

Le istanze possono essere presentate a decorrere dal 30 novembre 2011, ore 10:00 a.m. ed entro il 31/12/2013, salvo il caso di previo esaurimento delle risorse disponibili.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda dovrà essere presentata solo ed esclusivamente on-line.

PER PRESENTARE LA RICHIESTA CHIEDI DI ESSERE CONTATTATO

Email: servizipa@progettiefinanza.com

 

Scarica la scheda tecnicaScarica la Scheda tecnica del progetto AMVA di Progetti e Finanza in formato .pdf

 

2) CREDITO D’IMPOSTA REGIONE SICILIA AD INCREMENTO OCCUPAZIONALE

La regione Sicilia intende promuovere le opportunità di impiego per particolari categorie di lavoratori, incrementando la base occupazionale delle imprese che li assumono. L’agevolazione è rivolta ai datori di lavoro che, nel territorio della Regione sicilia abbiano assunto o assumeranno a tempo indeterminato, tra il 14 maggio 2011 e il 13 maggio 2013, personale “svantaggiato” o “molto svantaggiato”.

Beneficio:

Il beneficio consiste in un bonus fiscale spettante nella misura del 50% dei costi salariali sostenuti, da utilizzare in compensazione, nei 12 mesi successivi all’assunzione, in caso di lavoratore svantaggiato o nei 24 mesi successivi, in caso di lavoratore molto svantaggiato.

Tali costi comprendono:

– la retribuzione lorda, prima delle imposte;
– i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali;

Il credito d’imposta spetta per ogni unità lavorativa aggiuntiva risultante dalla differenza tra il numero dei lavoratori a tempo indeterminato (sia full time che part time) rilevato in ciascun mese e il numero dei lavoratori a tempo indeterminato mediamente occupati nel periodo di riferimento.

Per le assunzioni di lavoratori a tempo indeterminato con contratto di lavoro a tempo parziale, il credito d’imposta spetta in misura proporzionale alle ore prestate rispetto a quelle del contratto nazionale.

Nel calcolo della media occupazionale sono da comprendere i lavoratori assunti dalle imprese definite stagionali ai sensi del DPR 7 ottobre 1963 n. 1525, mentre sono esclusi dal conteggio i contratti a termine, apprendistato, contratto a progetto etc.

Destinatari:

I benefici verranno concessi per le assunzioni di lavoratori che, alla data dell’assunzione, risultino domiciliati nel territorio della Regione sicilia e, rientrino in una delle categorie di soggetti di cui all’art. 2, punti 18 e 19 del Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008 di seguito individuati:

A) lavoratori svantaggiati, ossia rientranti in una delle seguenti categorie:

a) chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

Sono considerati tali i soggetti inoccupati o disoccupati, ovvero i soggetti non titolari di rapporti di lavoro di alcun genere da almeno sei mesi, o che, nei sei mesi precedenti l’assunzione, non abbiano messo in campo attività tali da perdere lo status di disoccupazione.

b) chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale;

c) lavoratori che hanno superato i 50 anni di età;

d) adulti che vivono soli con una o più persone a carico;

e) lavoratori occupati in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25 % la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici dello Stato membro interessato se il lavoratore interessato appartiene al genere sottorappresentato;

f) membri di una minoranza nazionale all’interno di uno Stato membro che hanno necessità di consolidare le proprie esperienze in termini di conoscenze linguistiche, di formazione professionale o di lavoro, per migliorare le prospettive di accesso ad un’occupazione stabile;

B) lavoratori molto svantaggiati è considerato tale il lavoratore senza lavoro da almeno ventiquattro mesi.

Rientrano in questa categoria i soggetti inoccupati o disoccupati, ovvero non titolari dei rapporti di lavoro di alcun genere da almeno 24 mesi, o che, nei 24 mesi precedenti l’assunzione, non abbiano messo in campo attività tali da perdere lo status di disoccupazione.

Tali lavoratori devono essere stati assunti con un contratto di lavoro subordinato ex art. 2094 c.c. a tempo indeterminato con l’impegno da parte del datore di lavoro a non licenziare il lavoratore nei ventiquattro mesi successivi all’assunzione, nel caso di piccole e medie imprese5, ovvero nei successivi trentasei mesi, per le altre imprese.

PER PRESENTARE L’ISTANZA CHIEDI DI ESSERE CONTATTATO

Email: servizipa@progettiefinanza.com
Scarica la circolareScarica la circolare del credito d'imposta di Progetti e Finanza in formato .pdf