Progetti e Finanza

Imprese

Imprese che erogano servizi reali ai professionisti contabili
I produttori di software per l’elaborazione delle paghe o della contabilità, rappresentano da sempre un partner ideale della Profin. L’instaurazione di un rapporto convenzionale permette ad entrambe la possibilità di assicurare alla clientela servizi complementari in grado di incidere sulla redditività, sull’efficienza e sulla competitività del professionista.

Imprese committenti e appaltatrici
L’imprenditore committente risponde in solido con l’appaltatore, nonché con ciascuno degli eventuali sub-appaltatori, per tutti i danni per i quali il lavoratore, dell’appaltatore o del subappaltatore, non risulti indennizzato ad opera dell’INAIL o dell’IPSEMA. Da ciò si rende necessario che tutte le imprese subappaltatrici siano in regola con con le norme dettate in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro contenute nel Testo Unico D. Lgs 81/08 e s.m.i.

Committente, appaltatore ed eventuale sub-appaltatore hanno, pertanto, l’esigenza di verificare il rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Con l’assistenza della nostra organizzazione di servizi, è possibile constatare il rispetto della normativa ed, eventualmente,  assicurare l’assistenza necessaria.

Rivenditori e produttori di beni di investimento
Tra i partner storici della profin anche le imprese operanti nel settore commerciale o della produzione dei beni di investimento (macchinari, attrezzature, veicoli industriali, ecc…) che hanno trovato nella nostra organizzazione un partner ideale per quanto concerne l’individuazione della copertura finanziaria al programma di investimento del proprio cliente.

Spesso infatti è la mancata individuazione di uno strumento di finanziamento idoneo ad assicurare la copertura finanziaria dell’investimento che non rende possibile la vendita del bene all’impresa interessata all’acquisto

Imprese che operano mediante contratti di affiliazione commerciale
La mancata regolarizzazione delle imprese alle norme sulla sicurezza lavoro, alimentare e trattamento dati personali può comprometterne la sopravvivenza dell’impresa.

Esempio regime sanzionatorio in caso di mancato adeguamento alla 81/08 :

esercizio commerciale al dettaglio, settore non alimentare con 1 dipendente

Soggetti

Violazione

sanzione

Datore di lavoro Nomina del Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
Datore di lavoro Frequenza corso formativo obbligatorio RSPP e ottenimento della relativa attestazione Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
Datore di lavoro Elezione del Responsabile dei Lavoratori sulla Sicurezza (RLS) Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro
Datore di lavoro Frequenza corso formativo obbligatorio RLS e possesso di relativo attestato Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro
Datore di lavoro Comunicazione all’INAIL nominativo del RLS Ammenda da 50 a 300 euro
Datore di lavoro Nomina degli addetti a emergenze, evacuzione e antincendio Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 7500 a 4.000 euro
Datore di lavoro Frequenza corso formativo obbligatorio rischio incendio e ottenimento della relativa attestazione Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 750 a 4.000 euro
Datore di lavoro Nomina degli addetti al primo soccorso Arresto da 2 a 4  mesi o ammenda da 750 a 4.000 euro
Datore di lavoro Frequenza corso formativo obbligatorio primo soccorso e ottenimento della relativa attestazione Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 750 a 4.000 euro
Datore di lavoro Erogazione da parte del datore di lavoro della formazione e informazione ai dipendenti Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro
Datore di lavoro Predisposizione del documento di valutazione dei rischi (DVR) Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 2.000 a 4.000 euro
Datore di lavoro Integrazione del DVR con la valutazione del rischio da stress da lavoro correlato Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
Datore di lavoro Nomina del medico del lavoro competente Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro

Arresto da 30 mesi a 60 mesi o ammenda da €. 18.650,00 a  €.  61.500,00
Costo consulenza e formazione                  da €.   1.049,75 a  €.    1.452,95

 

L’affiliante ha tutto l’interesse ad assicurare all’affiliato il supporto necessario per evitare che quest’ultimo possa incappare in queste condizioni di inadempienza. In partnership con la nostra organizzazione di servizi, è possibile assicurare a tutti gli affiliati l’assistenza necessaria in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, alimentare e privacy. La Profin è, inoltte, in grado di assistere sotto il profilo finanziario, le newCo che intendono stipulare il contratto di affiliazione e necessitano delle coperture finanziarie necessarie.

Agenti e rappresentanti di commercio
Spesso legati da rapporti di profonda conoscenza con le imprese clienti, in partnership con la Profin hanno sostenuto l’adeguamento alle disposizioni in materia di sicurezza, o ancora l’attività di marketing delle aziende di cui hanno ricevuto mandato, sostenendo l’internazionalizzazione delle stesse.

Le forme di partnership con l’imprenditore:
–         Profin Business Point.

Antonella Palazzolo
Responsabile Associazioni Datoriali e Imprese
Tel. e Fax  +39 91 588140
Mobile: 328.4168086
E-mail: apalazzolo@progettiefinanza.com
Skype: antopalazzolo1