Progetti e Finanza

Chi siamo

Storia della società

Costituita con atto notarile il 22 gennaio 1998, Progetti e Finanza presenta, quale oggetto della sua attività, la prestazione di servizi di consulenza tecnico-economica in favore delle imprese e degli enti pubblici.

La società ha attuato una strategia tendente a migliorare la quota di mercato attraverso lo sviluppo di servizi reali complementari e la costituzione di un team di consulenti aziendali con forti competenze trasversali in materia di qualità, finanza aziendale e marketing.

Nel 2001 la Progettie Finanza decide di entrare nel settore della formazione professionale e acquisisce il controllo dell’ente Qfor, formando un gruppo di società sottoposto alla direzione unitaria dei medesimi soci.

Nel 2002 assume l’incarico di ente gestore dell’incubatore d’impresa finanziato dalla Provincia Regionale di Palermo e dai comuni di Castellana Sicula, Gangi, Geraci Siculo, Polizzi Generosa e Scillato.

Il progetto ottiene un ottimo riscontro mediatico sia da parte della stampa (tra cui il Giornale di Sicilia, La Sicilia, La Repubblica) che delle maggiori reti televisive a diffusione regionale.

Negli anni successivi il progetto acquisisce una dimensione regionale, ottenendo i finanziamenti previsti dalla Regione Sicilia in favore dei CAT, la partnership di istituti di credito di primaria importanza (Banca Nuova e Unicredit) e di Confcooperative Sicilia.

Nel corso del 2009 vengono introdotte rilevanti innovazioni per quanto concerne l’organizzazione vendita dei servizi reali alle imprese, che rappresenta il vero core business dell’azienda, sostenendo il passaggio dal modello piramidale alla struttura divisionale per assicurare la penetrazione della società in altre aree di mercato rimaste inesplorate.

La società diventa, in poco tempo, il partner strategico di oltre 350 professionisti nella sola provincia di Palermo, assumendo una dimensione nazionale grazie all’implementazione dei sistemi cad (consulenza a distanza) e fad (formazione a distanza).

Nel 2010 il vertice aziendale decide di varare un complesso progetto di diversificazione delle attività di consulenza, promuovendo la creazione di una agenzia di rappresentanza commerciale denominata profinagency, vera costola operativa della divisione marketing.

Vengono definiti, in questo periodo, importanti accordi commerciali con imprese industriali estere, per la distribuzione della loro produzione nel mercato italiano e, contestualmente, vengono avviati al mercato europeo i maggiori clienti nazionali della società.

Nonostante il periodo di crisi internazionale globale, Progetti e Finanza riesce a rispettare i budget annuali e ad implementare la propria presenza sia sul mercato nazionale che europeo, divenuto ormai il vero mercato domestico in cui la società intende competere.